Diete Gratis Online
Copertina

Farmaci,... No grazie!


Le aziende farmaceutiche “ingannano il sistema” spendendo in pubblicità e marketing il doppio di quanto spendano in ricerca medica. Infatti, la prescrizione di farmaci fa spesso più male che bene, e i rischi maggiori li sopportano gli anziani. Un ricovero ospedaliero su tre negli over-75 è dovuto alla reazione avversa a un farmaco!

Qualcuno dovrebbe mettere in atto serie misure di controllo contro l’eccesso di medicine. La salute pubblica dipende da decisioni finalizzate a migliorare e proteggere la salute delle persone, nonché a stabilire nel modo migliore quale sia la priorità della cura per ciascun paziente. Invece non è affatto sorprendente che la preoccupazione fondamentale delle case farmaceutiche è fornire profitti agli azionisti, motivo per il quale le prescrizioni sono attualmente al massimo storico assoluto, con oltre un miliardo di medicinali prescritti ogni anno.

C'è da chiedersi quanta trasparenza possono fornire le riviste mediche e i media che percepiscono "commissioni" e bonus dalle stesse case farmaceutiche per le loro pubblicazioni, che possono manipolare non solo come mezzi di marketing per l’industria, ma anche renderle complici di silenziare tutti quei punti che richiedono maggiore chiarezza e magari un esame esterno più indipendente dei dati scientifici forniti dai stessi produttori. In sintesi è una spirale di dichiarazioni furviati che ingannano il consumatore finale, che si arrende a un sistema marcio che non si può aggiustare individualmente.

E non è neanche detto che gettando altri soldi in pasto all’avidità delle aziende farmaceutiche e ai sistematici fallimenti politici che hanno messo in ginocchio il sistema sanitario nazionale, sia possibile ripristinare dei servizi pienamente efficenti a garantire la salute pubblica.

Senza peccare di esagerazione, la sindrome polifarmaco, (cioè manifestazione di sintomi avversi a causa dell'interazione di un farmaco con altri farmaci) ha una ambigua interpretazione sia da parte del medico che dall’infermiere, entrambi sono confusi se trattasi di sintomatologia avversa da multi farmaco, o si tratta di un progresso normale della malattia in corso, per la quale servono ulteriori farmaci. (pazienti anziani ai quali sono stati prescritte cure mediche differenti con tre o quattro farmaci per pasto, che singolarmente non producono sintomi, ma che associati ad altri farmaci, interagiscono manifestandosi nelle più diverse sintomatologie.)

Un circolo vizioso, che costa vite umane ogni anno. Gli anziani sono particolarmente vulnerabili alla sindrome polifarmaco, e un ricovero ospedaliero su tre fra gli over-75 è la conseguenza delle reazioni negative dei farmaci. Molti pazienti si causano delle fratture a causa degli effetti collaterali dei farmaci.

La cosa più inquietante è che molti studi, sono sponsorizzati dall’industria farmaceutica, che sostengono ciò che vogliono, per esempio in diversi studi sulle statine è stata rilevata la pericolosità di questi farmaci, affermando che le statine sono una delle cause principali dell’aumento di insufficienza cardiaca nella popolazione, inoltre un'autorevole figura della medicina ha scritto di suo pugno "non mostrano alcun beneficio" affermazioni insabbiate immediatamente dalle lobby con studi contraddittori, che hanno permesso la prescrizione delle statine a milioni di persone nel mondo, costruendo un’industria multi-miliardaria.

IMPARA A MANGIARE PER NON AMMALARTI,.... E SE È TROPPO TARDI, ...IMPARA A CURARTI CON CIÒ CHE MANGI!    ...non hai altre scelte.   VEDI


  Cosa facciamo  Cosa Otteniamo  Altri Consigli

Articoli da fonti sicure, senza scopo di lucro, senza lobby, senza idee politiche, senza gruppi commerciali, senza prodotti da vendere, senza pubblicita. aiuta anche tu, ...CONDIVIDI !

Currently there are no comments, so be the first!